I centri saranno aperti dal 4 luglio al 19 o 31 agosto 2022 (date differenziate in base alla sede) con orario 8.00/13.00 oppure 8.00 /16.30 e verranno gestiti da associazioni locali che coinvolgeranno i bambini in attività educative e ricreative offrendo, al contempo, un aiuto ai genitori che lavorano. Le domande di iscrizione devono essere presentate entro il  21 giugno 2022 esclusivamente in modalità digitale accedendo ai servizi on line del Comune di Massa e dovrà essere allegata la ricevuta dell’avvenuto pagamento della quota di compartecipazione , da effettuarsi tramite il sistema PagoPA. Il bando ed ulteriori informazioni sono reperibili sul sito web del comune di Massa.

“Si tratta di un servizio importante reso alle famiglie che valorizza il tempo libero dei più giovani coinvolgendoli in svariate attività per favorirne la socializzazione, la relazione e l’integrazione con altri bambini e ragazzi – spiega l’assessore al Sociale Amelia Zanti – per questa estate avremo otto centri, sparsi in diversi locali di proprietà comunale sull’intero territorio cittadino, in grado di ospitare complessivamente fino ad un massimo di 440 ragazzi. L’amministrazione comunale anche per quest’anno ha deciso di mantenere invariato il costo della compartecipazione ai centri estivi con tariffe, quindi, che andranno da un minimo di 10 euro mensili fino ad un massimo di 95 euro in base alle varie fasce Isee e proporzionati all’orario e al periodo scelti dalle famiglie. E’ prevista una riduzione del 40% sulla quota di iscrizione per i figli successivi al primo e del 50% per i ragazzi con disabilità che necessitano del sostegno di un educatore, assegnato dal Comune. Inoltre le famiglie che sceglieranno l’orario prolungato pagheranno il servizio mensa 5,70 euro a pasto contro i 6,33 euro dello scorso anno: questo è stato possibile grazie alla scelta dell’amministrazione di educare i bambini al rispetto dell’ambiente tramite l’utilizzo di borracce e non più di bottigliette monouso in plastica. Anche quest’anno poi l’amministrazione si farà carico di fornire alle associazioni che gestiranno i centri il trenino come mezzo di trasporto per consentire gli spostamenti in città.”

 

Share.
Michele Scuto

Direttore - Copywriter Massa Carrara News

Leave A Reply

Exit mobile version
Back to Top