Ritrovarsi al caldo di un ambiente multiculturale, nella più centrale e maestosa delle piazze di Carrara, in compagnia di persone curiose e aperte al confronto, non sembrerà mai tanto gradevole quanto in questo periodo uggioso e, solo apparentemente, apatico.

Lo spazio Alberica

Lo Spazio Alberica di Carrara, che da più di un anno anima l’omonima piazza dove ha sede, continua a ravvivare la città con una serie di attività culturali di svariato genere, pensate per ogni tipo di pubblico.

Dallo scorso anno i corsi sono più numerosi e vari, ma l’obiettivo centrale rimane quello di costituire un punto di riferimento per chiunque voglia ritrovarsi, nel proprio tempo libero, a contatto con altre persone. Stare piacevolmente in compagnia, raccontarsi, riflettere e crescere insieme: tutto questo caratterizza lo spazio in Piazza Alberica dalla sua fondazione, grazie alla volontà di Luciana Ceccarelli e degli altri soci fondatori di questo nuovo circolo Arci, insieme a tutti i collaboratori e i partecipanti stessi, che hanno contribuito a plasmare questa realtà unica nel centro storico di Carrara.

Dietro allo Spazio Alberica vi sono i membri del direttivo, nel quale sono presenti, oltre a Luciana Ceccarelli Marina Rezzonico, Riccardo Giromini, Marida Tessa, mentre tra i consiglieri vi sono Simona Bardi, Elena Beisso, Alessandra Valsega, Marina Babboni, Francesca Dunchi, Daniela Raspollini, Irene Vajra, Luisa Morelli, Daniele Femi e Carmine Mezzacappa.

Le nuove attività: dallo studio della lingua al circolo di lettura

Tornano i corsi per le/gli amanti della tradizione, come Les tricoteuses, che offre la possibilità di imparare o affinare le proprie abilità nel ricamo, del lavoro a maglia e in tutte quelle attività percepite come femminili, ma che possono coinvolgere chiunque.

Con il Circolo dei lettori si ha modo di confrontarsi in tema di libri, ma sono molti anche gli incontri dedicati alla scrittura, all’arte e al modo di approcciarvisi, al cinema e a tantissime altre discipline (qui l’elenco completo delle attività).

Il focus sulla contemporaneità

Comune denominatore dei progetti di quest’anno – afferma Luciana Ceccarelli – è la contemporaneità, sia in senso sociale che in senso culturale. Per questo abbiamo creato percorsi ad hoc come L’arte di guardare l’arte con il professor Chiapello e altri dedicati alla poesia e, presto, anche alla musica

Gabriel Del Sarto, poeta ed editore, sarà presente ai prossimi incontri dedicati proprio alla poesia contemporanea, che prevedono di invitare anche altre personalità del panorama italiano. Con Riccardo Canesi si va alla scoperta del mondo del Mediterraneo e, fra gli altri appuntamenti nuovi, figura un percorso di lettura di autobiografie.

“Abbiamo pensato di dedicare uno spazio anche alle tematiche LGBT – continua Ceccarelli – con corsi come Liberazione e diversità, per discutere insieme sui diritti e sulle differenze di genere, con la prospettiva di aprire anche uno sportello apposito per chiunque senta la necessità di aprirsi”

È facile sfuggire alla noia delle lunghe giornate autunnali e invernali dedicandosi ad attività nuove e interessanti, come quelle proposte dallo Spazio Alberica, che si configura come realtà femminista, al passo con i tempi ed estremamente ricettiva nei confronti delle esigenze della città e dei suoi abitanti.

Share.
Giulia Frigerio

Collaboratrice Massa Carrara News

Leave A Reply

Exit mobile version
Back to Top