COMUNICATO STAMPA

Recentemente, l’amministrazione comunale ha adottato con Ordinanza 274 del 11/06/2024 un provvedimento importante per regolare il traffico nella valle di Renara, un’area rinomata per la sua tranquillità, l’aria pulita e ,in estate, importante meta turistica per i suoi stupendi bagni nel fiume.

L’introduzione di divieti di transito e sosta per veicoli motorizzati è stata una mossa doverosa, anche in funzione di quelle che sono state le richieste da parte dei residenti e per l’accesso dei soccorsi.

Tuttavia, però, c’è una considerazione “a monte” che bisogna fare, cioè, che non tutti hanno la possibilità di recarsi in quei luoghi in bicicletta, o, meglio ancora, a piedi.

Questo divieto, seppur con finalità condivisibili, non tiene conto delle esigenze di una parte significativa della popolazione, per i quali il trasporto privato rappresenta l’unica opzione praticabile.

Inoltre, il divieto di transito rischia di scoraggiare anche i turisti, i quali, attratti dalla quiete e dalle bellezze naturali della frazione Montane, potrebbero trovare difficoltà a raggiungere questo angolo di paradiso senza un adeguato servizio di trasporto pubblico.

Attualmente, la linea 78 è l’unica opzione di trasporto pubblico che collega il centro città alle Guadine, ma con sole tre corse giornaliere ad orari poco convenienti per chi desidera trascorrere una giornata di relax immerso nella natura.

Questa limitata disponibilità rende il trasporto pubblico una soluzione insufficiente per sostenere il turismo e garantire l’accessibilità a tutti i cittadini.

Per questo invito l’amministrazione comunale a prendere in considerazione una soluzione più inclusiva che possa coniugare la necessità di garantire la viabilità e la sicurezza con quella di garantire un accesso agevole per tutti.

Alcune possibili proposte potrebbero includere l’aumento delle corse della linea 78, soprattutto nei weekend e durante le ore di punta turistica, oppure l’introduzione di un servizio navetta dedicato con partenza dal centro città e fermate strategiche lungo il percorso.

Solo attraverso un approccio dialogante,propositivo e equilibrato, che consideri sia la tutela ambientale che l’accessibilità, sarà possibile valorizzare appieno le potenzialità della Valle di Renara, rendendole una meta accessibile e attraente per cittadini e turisti.

Spero vivamente che l’amministrazione prenda in considerazione queste riflessioni e trovi al più presto una soluzione che permetta a tutti di godere delle bellezze naturali del nostro territorio facendo un passo in avanti e non uno indietro!

Ivo Zaccagna

Share.
Micol Giusti

Caporedattrice - Online Editor Massa Carrara News

Leave A Reply

Exit mobile version
Back to Top