Una serata incredibile che ha sorpreso il presidente della Fgci Toscana Paolo Mangini che alla fine si è complimentato con tutti, organizzatori, tifoseria e giocatori.

Ospiti d’onore al trofeo Frazioni: da sx presidente Regionale Figc Paolo Mangini, il consigliere regionale Antonioli, il presidente provinciale Ratti ed il sindaco di Montignoso Lorenzetti.

Una serata da mille e una notte organizzata alla perfezione da quel “ mago” delle manifestazioni che è Simone Paolini, reduce la sera precedente dal “dopo concertone del Cinquale di Radio 105. Una manifestazione poi il cui premio e merito principale va dato alla tifoseria che da 19 anni mantiene intatto un tifo ed un calore che non esiste da nessun’altra parte. Ogni frazione si organizza alla perfezione, distribuendo spazi sulla tribuna, veramente ieri sera insufficiente ad ospitare tutte le richieste tanto che gli spettatori erano sparsi nel parterre e in ogni angolo dello splendido stadio, perfino al di fuori nelle strada che costeggia il canale e lo stesso impianto sportivo. Davanti a più di mille spettatori in una cornice di pubblico degna di categorie superiori il Cerreto con un 2-0 maturato negli ultimi minuti si aggiudica la 19° edizione del Trofeo delle Frazioni di Montignoso.

Ma tutto è stato organizzato alla perfezione e, come detto, era presente l’amministrazione di Montignoso al completo, cosi come al completo i massimi vertici della struttura del calcio a cominciare dal presidente Regionale Paolo Mangini, a quello della provincia Giuliano Ratti accompagnati dal consigliere regionale Andrea Antonioli. Gli sportivi in settimana hanno preparato le coreografie alla grande, con la tribuna divisa equamente a metà fra i supporter del Cerreto, maglie e bandiere blucerchiate tipo Samp e metà rosso intenso della Piazza.

Poi la presentazione iniziale da parte di Simone Paolini che ha introdotto i saluti delle personalità citate, ha presentato i giocatori, la quaterna arbitrale di grande prestigio, con l’arbitro Matteo Canci che è già arrivato alla serie C e B, poi gli assessori ed ha introdotto il saluto del Sindaco di Montignoso e del presidente Mangini con le otto miss in rappresentanza delle otto frazioni prima dell’inno nazionale. Non è mancato proprio niente. Poi la partita che, non ce ne vogliano i calciatori, non ha superato lo spettacolo che stavano trasmettendo fuori i tifosi delle frazioni con trombe, tamburi, cori, bandiere, striscioni, e naturalmente fumogeni con i colori delle squadre.

Quindi il fischio dell’inizio. Con un tifo che non si è interrotto un attimo, le squadre hanno cominciato ad affrontarsi guardinghe. Entrambe avevano attaccanti di gran valore ma anche le difese non erano da meno. Gara abbastanza equilibrata con un primo tempo che vedeva la Piazza avere una leggera supremazia, ripresa crescita del Cerreto. E sui bomber, Sciapi, Taraj e Da Pozzo da una parte controllati a vista da Lucaccini, Canciello e Papi mentre dall’altra parte i controlli su Morelli e Yuri Papi su tutti sono stati ferrei fino ad otto minuti dal termine quando l’attaccante del Viareggio ha schiodato la partita e poco dopo lo stesso Papi ha segnato la seconda rete. Ed al triplice fischio l’esplosione del Del Freo, le varie premiazioni effettuate dal sindaco Lorenzetti, dalla dirigenza della Figc.

Cosi i premiati in una grande scenografia. Premiazione all’inizio dell’Autoscuola Massese, poi tutta la Figc il presidente Paolo Mangini, con Andrea Antonioli e Giuliano Ratti, il sindaco Lorenzetti che ha portato i saluti ed i complimenti dell’amministrazione, quindi il presidente del torneo Simone Paolini, commosso ha ringraziato tutti. Premiata la quaterna arbitrale con Cangi e gli assistenti con il quarto uomo. Poi consegnata una targa alla Figc dal presidente Mori di allenatori che ha premiato Tommi Balloni come allenatore vincente, quindi al cannoniere del torneo Lorenzo Sciapi con 10 reti della Piazza premiato da Ilaria Di Matteo dell’Avis, poi miglior giocatore a Mattia Papi del Cerreto Memorial Silvia Piccini. Premio sportività alla frazione Piazza offerto dalla Fondazione Matteo Caleo effettuata dai figli Marco e Pietro. Infine premiazione del Memorial Paolini effettuato dalla famiglia Paolini.

Share.
Aldo Antola

Collaboratore Massa Carrara News

Leave A Reply

Exit mobile version
Back to Top